Disposizioni in materia di lotta obbligatoria contro la processionaria del pino

Pubblicata l’Ordinanza comunale


Tutti i proprietari o conduttori di aree verdi e boschive e gli amministratori condominiali che abbiano in gestione aree verdi private devono effettuare, entro il 30 marzo di ogni anno, tutte le opportune verifiche ed ispezioni visive sugli alberi al fine di accertare l’eventuale presenza di nidi di Processionaria del Pino (Traumatocampa pityocampa).

Queste verifiche devono essere effettuate con maggiore attenzione sulle specie di alberi soggette all’attacco del parassita (Pino nero, Pino silvestre, Pino domestico, Pino marittimo, varie specie di Cedro) senza escludere le altre specie di alberi soggette all’attacco del parassita.

Qualora sia rilevata la presenza di nidi è necessario procedere alla rimozione e alla distruzione degli stessi.

Si ricorda che dalla presenza di forme larvali di Processionaria possono derivare inconvenienti sanitari sulle persone che risiedono o frequentano le aree interessate dal fenomeno: i peli della larva sono fortemente urticanti e pericolosi al contatto sia cutaneo che delle mucose degli occhi e delle prime vie respiratorie.